La nostra storia, da sempre con Tre.

Mi chiamo Eugenio Barbetti e sono il fondatore e titolare, insieme a mia moglie Laura, delle due società a cui rispondono oggi otto punti vendita 3 Store, ubicati nel territorio milanese e nell’immediata provincia nord-ovest. La nostra attività imprenditoriale ha avuto inizio nel lontano 1999: da subito ci siamo occupati del mondo delle telecomunicazioni, sentendoci particolarmente attratti da ciò che rappresentava innovazione, sfida e novità: abbiamo sempre voluto far parte di qualcosa che “rompesse le regole”, creasse scompiglio e scombinasse realtà consolidate.

Erano i tempi in cui Milano veniva rivoltata con la posa della fibra ottica ed era un treno sul quale non si poteva evitare di salire: mentre Telecom & Co. parlavano di ADSL a 256k, con Fastweb si ragionava in fibra ottica a Mega. Era l’inizio del mercato della banda larga. Ed era un terreno vergine, impossibile pensare di starne fuori. Nacque così la nostra agenzia Fastweb e per diversi anni di questo ci siamo occupati in modo esclusivo: vendere sul territorio, sempre in giro a casa o nelle aziende di potenziali clienti. La fibra si portava nelle case dei milanesi. In tutti i sensi.

Ma nel 2002 un’altra rivoluzione si stava affacciando in questo mercato: un operatore nuovo entrava nel mondo della telefonia mobile. E offriva servizi tanto avanti rispetto agli altri che non si poteva non notare. Era la Tre. Si poteva odiare od amare. Ma non restarne indifferenti: videofonini, internet in mobilità, tariffe tutto compreso… una vera rivoluzione. Decidemmo allora di aprire il nostro primo punto vendita fisico: la location la trovammo a Lainate, a pochi minuti da casa. Dopo tanto girare, era l’occasione per avere un punto di riferimento per gestire non solo il lavoro, ma anche la famiglia. Fastweb per il fisso, Tre per il mobile: una perfetta integrazione che ci ha permesso, nel giro di pochi anni di raggiungere risultati stupefacenti per un negozio situato in un piccolo comune nell’hinterland milanese.

Tanto stupefacenti che nel 2007, Tre ci propose di rilevare un 3 Store in zona Sempione a Milano. E’ stato quello il momento in cui abbiamo dovuto scegliere se rimanere “negozianti” o lavorare per qualcosa di più grande. Decidemmo ovviamente di accettare la sfida. Ed è stata la prima di tante altre che si sono susseguite negli anni successivi.

E con la crescita della struttura, sono iniziati ad arrivare i primi collaboratori, che fanno tutt’oggi parte del nostro staff ai quali siamo e saremo sempre riconoscenti: insieme a tutto il resto del team, vivono gioie e dolori della nostra Azienda come se fosse la propria e con tutti loro non possiamo che condividere i tanti successi e le soddisfazioni di questi anni. 

Tornando ai punti vendita, nel 2008 veniva completata la ristrutturazione della vecchia “Città Mercato” di Rho, con la creazione di un Centro Commerciale (il “Rho Center”) che per dimensioni e potenzialità surclassava il nostro amato multimarca di Lainate. Era arrivato il momento di compiere un’altra scelta importante: spostarci o meno in un centro commerciale, con costi di gestione ed impegni completamente diversi da quelli di un negozio su strada. E di scegliere se rimanere multimarca, oppure “votarsi” ad una bandiera: l’esperienza a Milano era confortante e la decisione fu automatica. A Rho avremmo aperto uno spazio di oltre 90 mq dedicati ad un singolo operatore telefonico. Ci hanno detto che eravamo pazzi, che non si sarebbe mai pagato e che entro un anno avremmo chiuso. Avevano torto. Quelli erano gli anni della transizione dal mondo dei cellulari Nokia ai primi Smartphone degni di questo nome, iPhone in primis: quella che abbiamo cavalcato non è stata un’onda, ma uno tsunami.

Gli anni successivi sono stati contrassegnati da un percorso continuo e costante di nuove aperture: avendo un modello funzionante e una buona organizzazione alle spalle, si trattava “semplicemente” di replicare il modello e di non fare mai il passo più lungo della gamba. E così sono arrivati il 3 Store a Settimo Milanese, poi quello di Sedriano. Successivamente abbiamo aperto nuovamente a Milano nello storico Centro Bonola. Ci siamo anche dedicati alla scoperta di territori più remoti con quello di Castano Primo. Abbiamo rinforzato la nostra presenza nel comune di Rho, con una nuova apertura in centro.

E con Arese siamo arrivati nel 2016 al coronamento di un sogno, con la nostra presenza all’interno del centro commerciale più bello al mondo: lungimiranza, due anni di trattative serrate e dimostrazione della totale fiducia e rispetto del gestore nei nostri confronti.

Cosa ci riserva il futuro? Noi siamo – come sempre – pronti a metterci in gioco: le sfide non ci spaventano. Oggi oltre 20 collaboratori vivono quotidianamente la realtà professionale della nostra Azienda: persone entrate in azienda da ragazzi che oggi si sono sposate, hanno avuto figli, comprato case. Per noi è una responsabilità importante e questo pensiero ci motiva a non fermarci.

Il 2018 è per noi una nuova sfida, una nuova start-up. Non siamo più i piccoli che devono inseguire: con la fusione con Wind, il brand che rappresentiamo è quello del primo operatore sul mercato italiano. Dobbiamo esserne all’altezza, ancora più di ieri.

Cambieranno le logiche del nostro lavoro o della distribuzione della telefonia? Forse, ma il mercato non è pronto a fare a meno di noi. Non tutto si può vendere su Amazon. Lo si capisce da quello che facciamo tutti i giorni dietro ai banconi nei nostri punti vendita: siamo presenti con le nostre facce, la nostra pazienza, la nostra professionalità e il nostro entusiasmo. A spiegare e consigliare. Perché le cose che vendiamo non sono facili. O almeno, non lo sono per tutti. I nostri clienti hanno bisogno di noi, esattamente quanto noi abbiamo bisogno di loro.

SEI INTERESSATO A LAVORARE CON NOI ?

Ti appassiona il mondo della telefonia ? Hai voglia di imparare un mestiere e crescere professionalmente in un ambiente giovane e stimolante ? Compila il modulo sottostante, allega un tuo CV completo di foto e consenso al trattamento dei dati personali.